Ravenna Salute

Cerca tra tutte le nostre notizie disponibili
Scarica la nostra APP per AndroidScarica la nostra APP per iPhone

La corsa è lo sport perfetto per perdere grasso



Per iniziare a correre occorrono dei prerequisiti fondamentali, in primis una visita medico-sportiva e, inoltre, non essere eccessivamente in sovrappeso. La singola attività fisica non è in grado di garantire un peso forma ottimale. Analogamente, seguire un regime dietetico adeguato non accompagnato dall’esercizio non conduce ai risultati sperati. Ecco perché attività fisica e corretta alimentazione rappresentano un binomio imprescindibile e necessario.
Come iniziare? È bene sempre iniziare con una camminata lenta, aumentando gradualmente la velocità fino ad arrivare alla corsa vera e propria. Non bisogna avere fretta: è possibile che ci vogliano anche alcuni mesi prima di raggiungere l’obiettivo.
I benefici. Un allenamento corretto è ottimo per la salute, in quanto migliora la circolazione e rinforza cuore, ossa e articolazioni, per il metabolismo e per l’umore, poiché aiuta la produzione di endorfine.
Alimentazione adeguata. Ad ogni attività fisica deve seguire una corretta alimentazione, in modo da gestire il peso corporeo e fornire l’energia necessaria all’organismo per affrontare lo sforzo. Da evitare, quindi, digiuni e abbuffate.
Si consiglia un pasto leggero a base di carboidrati un paio d’ore prima dell’allenamento, per dare energia all’organismo durante la corsa.
Dopo la corsa, integrare la perdita di sali minerali con l’assunzione di acqua o di bevande isotoniche capaci di ripristinare il livello ottimale di tali elementi. è bene assumere carboidrati per reintegrare le energie e proteine per riparare microtraumi a muscoli e articolazioni.
Le scarpe. Anche l’abbigliamento fa la sua parte: le scarpe, infatti, devono essere comode, leggere, con la suola ammortizzata sul tallone e non devono bloccare la caviglia.
Quante sedute? L’allenamento ideale prevede tre sessioni di corsa alla settimana, per arrivare anche ad un massimo di sei. Tutto dipende dalla vostra predisposizione e dai tempi di recupero del vostro organismo.
Un paio di giorni di riposo alla settimana, tuttavia, sono indispensabili per evitare fastidiosi dolori alle gambe. L’ideale sarebbe soffermarsi su un livello almeno una settimana, anche due se occorre.
Stretching. Prima e dopo la corsa sono molto utili gli esercizi di stretching per stirare ed allungare al massimo i muscoli coinvolti.
Per concludere. L’allenamento deve terminare progressivamente, portando gradualmente il battito cardiaco alla normalità, in modo da attenuare la tendenza dei muscoli a irrigidirsi dopo l’attività fisica e soprattutto perché, fermandosi di colpo, il cuore continua a pompare sangue ai muscoli, lasciando scoperte altre zone come il cervello e provocando, così, capogiri o vertigini.
Correre non è per tutti, quindi verificate nella tabella il vostro indice di massa corporea.
Per un uomo l'IMC deve essere inferiore circa a 27, per una donna a 25.
Se avete un IMC superiore, dovete ricorrere ad una dieta e ad uno sport più soft, ad esempio una semplice camminata a passo sostenuto. Questo perché la probabilità di infortunarsi in un soggetto sovrappeso è decisamente più alta che in un normopeso, quindi, prima di iniziare a correre, dimagrite.
Chi ben comincia… IL PROGRAMMA
Il programma è diviso in tre fasce per un totale di dieci livelli con l'obiettivo finale dei 10 km di corsa. Ogni fascia è di intensità differente dalle altre, pertanto, è meglio andare per gradi, abituando di volta in volta l’organismo allo sforzo, senza aver fretta di passare alla fase successiva. È importante non saltare i tempi di recupero: unire due frazioni di corsa rende il tutto molto più difficile. L'allenamento passa gradualmente da circa mezz'ora a circa un'ora.
Fascia Principianti: riguarda chi inizia a correre dopo anni di vita sedentaria.
Livello 1 - 2' camminando + 1' di corsa per 8 volte
Livello 2 - 3' camminando + 2' di corsa per 6 volte
Livello 3 - 3' camminando + 4' di corsa per 6 volte
In questa fase non conta assolutamente la velocità, bensì concludere il lavoro.
Fascia Intermedi: riguarda chi ogni tanto svolge qualche attività incline allo sforzo. Quindi, si tratta di dare continuità a questo sforzo.
Livello 4 - 3' camminando + 6' di corsa per 5 volte
Livello 5 - 3' camminando + 10' di corsa per 4 volte
Livello 6 - 3' camminando + 15' di corsa per 3 volte
La differenza qualitativa fra i livelli è maggiore che nella fascia principianti, per cui dovete completare bene un livello prima di passare al successivo.
Fascia Avanzati: Potete ormai sentirvi nell'anticamera del professionismo per cui non strafate. Rispettate sempre i 5' di camminata come riscaldamento, per minimizzare la probabilità di infortunio. Questo è un concetto che chi corre dovrebbe avere sempre presente.
Livello 7 - 5' camminando + 25' di corsa per 2 volte
Livello 8 - 5' camminando + 35 ' di corsa + 5' di cammino e 15' di corsa
Livello 9 - 5' camminando + 45' di corsa + 5' di cammino e 15' di corsa
Livello 10 - 5' di camminata + 10 km di corsa


Fonte:

 

Come fare per...Notizie Utili