Ravenna Salute

Cerca tra tutte le nostre notizie disponibili
Scarica la nostra APP per AndroidScarica la nostra APP per iPhone

Agli italiani piacciono gli integratori alimentari



Gli italiani ricorrono all’integrazione alimentare in modo più ampio rispetto al passato: lo confermano i recentissimi risultati di una ricerca demoscopica commissionata da AIIPA – l’Associazione Italiana Industrie Alimentari - ad Astra Ricerche su un campione rappresentativo della popolazione italiana nella fascia d’età 18-35 anni (1).
Attualmente oltre un terzo degli intervistati afferma di far uso regolarmente di integratori alimentari; il profilo del consumatore-tipo di questo tipo di prodotti si conferma essere quello di un consumatore colto, con una prevalenza di adulti 45-54 anni e di senior 55-69 anni con uno stile alimentare buono o addirittura ottimo e uno stile di vita avanzato. A differenza di quanto comunemente si immagina, è quindi il consumatore più evoluto e che ricerca uno stile alimentare più adeguato e sano quello che meglio conosce il ruolo e i benefici dell’integrazione alimentare.
Negli ultimi quattro anni si è assistito a un aumento dei consumi: infatti se nel 2006, anno della precedente rilevazione AIIPA, solo il 30% degli intervistati ne avevano consumati nel triennio precedente, oggi invece il numero di coloro che affermano di aver integrato la propria dieta è più che raddoppiato.
Questo rappresenta un elemento significativo nell’ambito di un più ampio trend di crescita globale dell’integrazione alimentare in senso lato, che include, oltre agli integratori alimentari propriamente detti, anche gli alimenti addizionati e quelli funzionali.
E’ lievemente aumentata la conoscenza dell’integrazione alimentare rispetto al passato; le categorie maggiormente conosciute sono gli integratori a base di vitamine (88,5%), sali minerali (77,2%), integratori a base di fibre (59,6%), integratori di probiotici (39,7%), integratori a base di erbe e loro estratti (37,5%).
E’ particolarmente interessante il giudizio ambivalente degli intervistati sulle proprie abitudini alimentari: da una parte, quasi otto italiani su dieci ritengono nel complesso di mangiare e bere in modo sano ed equilibrato; dall’altro affermano però di consumare in modo non adeguato carboidrati (67,5%), fibre (59,2%), proteine (58,9%), vitamine (55,0%), sali minerali (44,3%), cibi integrali (33,5%).
Fonte: AIIPA


Fonte:

 

Come fare per...Notizie Utili