Ravenna Salute

Cerca tra tutte le nostre notizie disponibili
Scarica la nostra APP per AndroidScarica la nostra APP per iPhone

10 consigli per una vista da 10 decimi



La vista, uno dei tanti miracoli del corpo umano, tra i cinque sensi è universalmente ritenuto il più importante per condurre una vita completa e piena di emozioni. Ciò vale ancora di più per i bambini, se si considera che l’80% dell’apprendimento infantile avviene proprio attraverso gli occhi.
Proteggere gli occhi e prevenire eventuali problemi visivi è dunque importante fin dalla tenera età e assume una rilevanza primaria in età scolare, quando una corretta prestazione visiva risulta fondamentale per guardare la lavagna, fare gli esercizi e seguire gli insegnanti durante le lezioni. I difetti visivi trascurati possono infatti influenzare negativamente l’andamento scolastico creando un disagio psicologico nel bambino, che può sfociare anche in comportamenti negativi e violenti.
Per sensibilizzare il pubblico adulto sulla necessità di controllare e proteggere la vista dei bambini sin dai primi anni di vita, Transitions Optical - leader internazionale per le lenti a tinta variabile per occhiali – ha promosso a Milano la Tavola Rotonda sul tema “Il benessere visivo nei bambini”, in occasione della Giornata Mondiale della Vista.
L’appuntamento è stato organizzato dall’Healthy Sight Institute, organismo internazionale guidato da una commissione multidisciplinare che promuove il benessere visivo con programmi di informazione rivolti a medici ed ottici, professionisti dell’industria ottica e consumatori.
Sono nove gli autorevoli esperti di vari settori coinvolti da Transitions Optical in questa importante tavola rotonda che si è posta l’obiettivo di analizzare il delicato tema del benessere visivo dei bambini facendo emergere, grazie al confronto tra specialisti di diverse discipline complementari, informazioni e consigli preziosi per la salvaguardia della salute della vista dei più piccoli. Vi elenchiamo di seguito i dieci consigli degli esperti per tutelare il benessere visivo dei più piccoli.
DECALOGO PER LA VISTA DEI BAMBINI:
1. Fare la prima visita specialistica per gli occhi tra i 12 e i 18 mesi per escludere vizi e difetti.
2. Se in famiglia ci sono i genitori portatori di occhiali da vista prevedere sempre un controllo della vista nei bambini a 3 anni.
3. Nella fase della crescita, nei bambini che portano gli occhiali correttivi, prevedere un check up ogni 6 mesi.
4. Proteggere gli occhi dei bambini dai raggi UV con occhiali da sole quando sono all'aperto in qualsiasi stagione.
5. Per i bambini che portano occhiali da vista, utilizzare occhiali con lenti a tinta variabile per proteggere dai raggi UV.
6. Far guardare la tv a distanza minima da 1,5 a 3 mt.
7. Se i bambini stanno spesso davanti alla tv o ai videogiochi prevedere una pausa ogni 20 minuti.
8. Per lo studio, la lettura e la tv, prevedere ambienti ben illuminati.
9. Inserire nella dieta dei bambini pesce azzurro, frutta e verdura, e latte intero di alta qualità.
10. Far scegliere sempre la montatura e il colore degli occhiali da vista ai bambini per evitare che li vivano come imposizione.
L’incontro di Milano ha trattato molti argomenti interessanti, a partire dall’importanza del controllo periodico della vista, che, come ha sottolineato il pediatra Italo Farnetani, è una delle forme più efficaci di prevenzione.
Il Prof. Enrico Gallenga, oftalmologo ha analizzato le principali patologie pediatriche oftalmologiche, mentre l’ottico optometrista Rossella Fonte ha illustrato le modalità con cui l'ottico optometrista è in grado di indagare sulle abilità visive del bambino, preservarle e, laddove necessario, potenziarle.
Il Prof. Carlo Cannella, nutrizionista, ha esposto l’importanza della scelta degli alimenti per la corretta percezione sensitiva del bambino, mentre l’intervento della Dott.ssa Riccarda Serri, dermatologa ha evidenziato l’effetto dannoso dei raggi UV sulla vista ed ha sottolineato la necessità di inserire misure fotoprotettive anche nella cura egli occhi. Infine, l’importanza del fattore estetico e stilistico per la positiva accettazione degli occhiali da parte dei bambini è stata trattata dallo stilista di moda per bambini, Stefano Cavalleri (I Pinco Pallino).
La tavola rotonda, moderata da Valeria Covini, Direttore della rivista “Insieme”, ha visto la partecipazione di Emmanuelle Ribot-Mariotte in rappresentanza dell’Healthy Sight Institute e di Roberto Bellavita, Country Manager Transitions Optical Italia, che commenta: “Come testimonia l’ampiezza delle tematiche affrontate nel corso della tavola rotonda, avere una vista sana significa molto di più dei dieci decimi. Certo, è importante vedere bene, tuttavia, è altrettanto importante il miglioramento della qualità quotidiana della vista, la prevenzione e il mantenimento della salute degli occhi a lungo termine, per poterci vedere bene oggi e in futuro”.
Durante l’incontro della Giornata Mondiale della Vista sono stati anche commentati i risultati della ricerca Healthy Sight Survey 2009 condotta in tutta Europa dall’Istituto Ipsos Health per conto di Transitions Optical. Tra i risultati più eclatanti, è emerso che in Italia ben il 45% dei bambini porta occhiali correttivi. Eppure, a fronte di una percentuale tanto rilevante di bambini con problemi visivi quali la miopia (34%), l’astigmatismo (16%) o l’ipermetropia (8%), solo il 65% degli italiani sottopone i propri figli ad una visita specialistica di controllo della vista almeno ogni due anni (una percentuale sensibilmente inferiore rispetto alla frequenza delle visite pediatriche, 94% e dentistiche, 80%).
Sempre da quanto emerso nella ricerca condotta in Italia, rispetto al passato i bambini sembrano non percepire più in maniera negativa l’obbligo di indossare le lenti, se il 44% degli intervistati dichiara che il proprio figlio ha avuto reazioni da positive a più che positive alla notizia di dover mettere un paio di occhiali da vista.


Fonte:

 

Come fare per...Notizie Utili